Esperimenti…

On 16 aprile 2012

in questi giorni avevo voglia di esperimenti, un amica e una bella coppia si sono offerti come cavie, a voi i risultati, che ne pensate?
 

 

 
 

 

fotografo in toscana
esperimento di footgrafia da studiofotografie di nudofotografo in toscana
 

 

 

per la prima volta ho firmato le foto, scusatemi ma mi sembrava importante per il carattere delle fotografie

Chi si somiglia si piglia…

On 12 aprile 2012

Un interessante articolo scritto da un amica, Rossana Sapori, leggetelo.

estratto dal suo blog, molto interessante lesposediro.blogspot.it

Mi occupo di wedding planning dal 2000 e in tutti questi anni ho avuto il piacere di collaborare con tantissimi fotografi.

Signor fotografi, fotografi signori e anche fotografi che sono signori dentro e fuori!

Resta il fatto che sia per noi wedding planners che per i nostri clienti, la scelta del fotografo rimane sempre il momento più ostico della pianificazione di un evento, qualche volta arrivare alla conclusine è più duro che scegliere la giusta location.

Posso affermare che se è vero che “chi si somiglia si piglia”, ad ogni sposa corrisponde un certo tipo di fotografo.

Ci sono spose che istintivamente si identificano nelle foto, si immedesimano nello scatto e ti chiedono se è possibile avere quella posa, quella foto quella luce.

Ovviamente con estrema cortesia si cerca di far capire che è alquanto difficile riprodurre a distanza di tempo e con soggetti differenti una situazione che magari è stata il frutto di una casualità.

Ma la ragazza insiste… vorrei proprio quello scatto li.

Ecco qui comincia il calvario per noi agenzie.. che ovviamente cerchiamo di mediare nella cosa.

Posso dire che ad una sposa esigente (come in questo caso) fa eco il più delle volte un fotografo protagonista che ovviamente va un po’ oltre il ruolo e, che si rende disponibile alla partecipazione all’evento stesso istintivamente, quasi un coprotagonista nella commedia.

In altre occasioni invece la cliente si avvicina al fotografo basandosi su l’emozione che le foto suscitano e in questo caso corrisponde un fotografo più discreto, dalla personalità meno invasiva e probabilmente estremamente silenzioso.

Poi c’è la cliente che è appassionata di fotografia e quindi spulcia le foto una ad una, riesce a cogliere i pregi e i difetti e sceglie un fotografo sulla base del portfolio, delle esperienze.

Qui inizia un balletto di email più o meno tecniche con richieste più o meno bizzarre – tutte però con un unico obiettivo IL SERVIZIO PERFETTO.

Come avrete potuto intuire essere al di fuori questa situazione è estremamente istruttivo perché ti fa capire quale è lo stile e il profilo della cliente e anche come il collega professionista (il fotografo) reagisce difronte alla sfida.

Si nel mio immaginario un po’ fantasioso…il fotografo all’interno del matrimonio non è altro che un gladiatore che scende nell’area… appena arriva sul campo deve comunque confrontarsi con la cliente che magari in quel preciso istante ha bisogno di essere rassicurata, poi con tutti i parenti e amici che – tutti insieme contemporaneamente – interferiscono nel lavoro con consigli, battute ect. Deve non perdere mai l’istante giusto e tutto questo fino al taglio della torta. Uhhh Segnur!

Pensandoci bene , noi wedding planners facciamo una fatica mortale… ma certo anche i fotografi non scherzano!

Magari per noi la festa finisce con la torta.. ma per il fotografo continua fino alla consegna del lavoro.

Mi posso immaginare che sottoporre il risultato del proprio lavoro a distanza di tempo dall’evento fotografato anche per il più esperto può essere fonte di preoccupazione – è come presentare la tesi all’università.

Si il fotografo ha superato a pieni voti l’esame del matrimonio.. ma ora deve discutere la tesi dell’album.

Io al suo posto sarei piena di dubbi.. e se la sposa non si piacesse.. e se mancassero degli scatti.

Mettiamoci sopra anche il fatto che molto spesso inizia il balletto delle cifre – nel senso i clienti cercano di discutere e monetizzare il lavoro.

Qui posso capire la frustrazione – perfettamente – è come quando a noi – dopo che abbiamo messo in piedi un progetto, risposto a un centinaio di emails, e lavorato come pazze ci vengono a dire “a anche io vorrei fare al wedding planner, sarei perfetta”.

Professionalità, istinto artistico (nel caso del fotografo), aggiornamento continuo e tanta esperienza fanno del fotografo IL FOTOGRAFO.

E non è perché ti sei comprato una Reflex che ti puoi certo far chiamare Fotografo di Matrimoni.
Rossana Sapori
R&G & Partners
www.weddingsinitaly.it

info@weddingsinitaly.it

here comes the couple …

On 11 aprile 2012

un bell’articolo in inglese scritto da Rossana Sapori

l’articolo intero potete trovarlo qui

here comes the couple …
Here comes the couple…… Smiling and excited from the idea of getting married abroad and above all in Italy! We start explaining all the possible solutions, opportunities, areas where they can get married. We explain that we’re a boutique wedding planning agency, not a travel agency selling packages. Meaning that each detail will be of course decided together according to the style of the couple, the project we’ve prepare and more and more in these hard economic time ACCORDING TO THE BUDGET. It is extremely important to understand that getting that married in Italy as getting married in your country has a cost and that it is extremely important that you’ve a realistic approach to you budget.

Before start planning your wedding in Italy first of all decide if you really need a planner or not. A planner is not working for free, as for our agency ranging prices may range from 1500,00 to 2000,00 euro – it is realistic true that you cannot do all by yourself, but if you’ve in mind something simple with only a few guests and you’ve a budget of 3000,00 euro maybe you can start cutting on the presence of someone locally and try to dedicate all your efforts and plan your dream day by yourself. Couples have to understand that a wedding planner is first of all a friend trying to compromise from what the couple what and what realistically it is possible to have, the planner is a link between the couple and the local vendors, the planner with an experience can find for you a reasonable solution on each issue, a planner will be present on your wedding day assuring that all will go smoothly.

Once decided that your budget can afford a planner, well let’s start go through realistically the budget that the day of your dreams will implies. No one wants to think about it, couples don’t want to talk about it and they definitely do not want to deal with it. No matter how hard you may try to ignore it, a wedding budget is vital in planning for your big day; you need to know how much you can spend and on what.

Oftentimes couples go over their budget when they find the ‘perfect photographer’ or decide that they absolutely need that turquoise vintage getaway car because, “It matches our colours,” and you can’t imagine leaving the church in anything else. No matter which key elements of your wedding mean most, you need to be prepared to stay within your budget. These hard economic times have left us all scouring for ways to save but research has shown weddings are one area where people are still splurging. So, in order to find a balance between the two while creating your perfect day, follow these simple steps and you’ll be well on your way to a beautiful wedding that you can afford.

1. Engaged? Congrats! Now start saving.

Though an engagement is something to celebrate, don’t go overboard with the celebratory night-outs and announcements to friends. One small engagement party or dinner is enough. Although you want the good times to begin now, you’ll be grateful in the end when your wedding is exactly what you pictured it to be.

2. Figure out who pays for what.

Tradition holds that the Bride’s family pays for the ceremony and reception while the Groom’s family pays for the honeymoon. Now days, couples often find themselves footing the bill. The reasons for this vary, families may be divorced or separated, cannot afford a wedding or the couple may simply want to pay for it themselves. Either way, you’ll need to know where the money for the wedding is coming from so you know exactly what to expect.

3. Divide up the wedding into sections and decide which part is most important

Would you rather have a small intimate and meaningful ceremony or a large reception with good food and all your friends and family? Figuring out what means most to you as a couple is key in making your big day special. From there, it is easier to decide which things you are willing to cut and which things are absolutely necessary in order to match your budget. On a wedding abroad you will have always 30% less on the total number of guests that you’re invited. Try to prepare a list of “potential guests” and be aware that families with kids, old people, friends in troubles with job positions maybe won’t come.

4. Test the Water with your planner.

We’ve decided to make life easier to our couples and try to help them in deciding if a wedding in Italy is for your pockets or not. In general we offer a preliminary email consultation with all information regarding kind of ceremonies, couples that have already done, areas that we cover. Once decided the area, we ask for a MINIMUM & MAXIUM BUDGET and work your ideas. The guests number in Italy IS EXTREMELY IMPORNANT – with 100 guests and 10000 euro of budget you’re obliged to cut on lots of things – you can have a nice party in a villa or a romantic dinner in a charming restaurant – but you’ve to skip from idea of a wedding in a castle, have a vintage car or lots of flowers decoration. We will send you a list of what are for us the big portion of your budget venue, caterers and photographers. Prices can often come as a shock to couples if they don’t know what they’re in for. We love couples aware for what they’re spending money and not couples that are starting panicking when they get emails from vendors about costs. It is important however to understand that you’re GETTING MARRIED IN A FOREIGN COUNTRY AND THAT COSTS ARE DIFFERENT FROM YOURS. Please do not scream if a photographer or a make-up artist is more expensive than you expect. Well that’s the exactly the right word MORE EXPENSIVE THAN YOU EXPECT and not in my country they are cheaper.

5. Figure out what you can afford now and at the date of the wedding.

A good starting place is how much money you have saved up now. That may not be a lot, but don’t get discouraged, knowing how much you have when living regularly will give you a good idea as to how much you can save up when you give up that daily latte or going out on the weekdays. If necessary, plan the date of the wedding around a time that you think you will have enough money saved up. Longer engagements give couples more time to save, so be realistic in deciding when the time is right. For planning a wedding in Italy with a wedding planner you do not need for than 7 months and you can find your right venue without any problems.

6. Add up the grand total.

Now is the time to figure out how much you will have total to spend on your big day. First, add up the money that is being given by parents or future in-laws. Make sure to respect the money that is being offered and try to avoid asking for more, your loved ones will help you out in any way they can. Next, figure out what you have now and what you plan to have by the date of your wedding. Add all of it together to give you a total sum of how much you and your fiancé can spend on your big day. Do not forget the SAVE THE DATE – will give you the possibility of understanding realistically how many guests will definitively will attend you your BIG DAY!

7. Realistically plan out your wedding budget.

Taking into account everything that has been mentioned above. Make a list of what you want at your wedding, how much it costs and what you’re willing to spend on it. Weddings are often times broken down into 12 parts.

1. Ceremony (Church, Priest, Candles): 2%-3%

2. Reception (Venue, Caterer): 48%-50%

3. Attire (Wedding Gown, Tux, Bridesmaids and Groomsmen) – think always you’re getting married in Italy and you do not need have very heavy or traditional cloths – go for something light and maybe that you can re-use: 8%-10%

4. Décor and Flowers: 8%-10%

5. Music/Entertainment: 8%-10%

6. Photography/Videography: 10%-12%

7. Stationery: 2%-3%

8. Wedding Rings: 2%-3%

9. Parking and Transportation: 2%-3%

10. Beauty (Hair & Makeup, Pedicures, Manicures, Massages etc.): 4%-5%

11. Wedding planner 2% – 4%

It is also important to budget an emergency fund in case something goes wrong before or on your wedding day. Although this fund may be optional, it is highly recommended to keep approximately 4%-5% of your budget tucked away just in case!

Grazie a tutti!

Rossana Sapori

 

Time Lapse

On 7 aprile 2012

Una giornata particolare, um matrimonio, una sposa, 2 sorelle, qualche amica, qualche parente, un fotografo… due ore di preparazione in un minuto..
la scelta della canzone non è casuale 🙂
buona visione

 

 

 

Intorno a Chiara from Marco Miglianti on Vimeo.

Copertine – Cover

On 6 aprile 2012

In questa pagina potete trovare le nuove copertine dello studio e alcune immagini di immpaginato interno

This is the new line of covers for migliantistudio.
Some colors and covers are missing, I’ll complete the article as soon as I get new pictures.
As you can see, there are various patterns, some made in exclusive to our company.
Thank You.

link to see album covers :

www.albumepoca.com

www.hnef.com

www.bandinelli.it

 

 

IMG_6275 IMG_6277 IMG_6278 IMG_6279 IMG_6280 IMG_6282 IMG_6283 IMG_6286

 

9 reasons to have your wedding in Italy

On 27 marzo 2012

An article written by Fabrizio Mengasini – Italyprestige

1. Italians are well known all over the world for their fantastic traditional weddings. So wedding planners, venues, caterers, hairdressers and florists are very professional due to many years of practice in this field and the numerous weddings organized here not only for Italians but also for foreigners who have chosen Italy as their wedding venue. You will be in safe hands here and have an absolute perfect wedding, just as you and your guests dreamed of.

2. Italy is “Beauty” in the real sense of the word. From the North of Italy to the South and everywhere in between. It seems to have many different worlds in one, an example of this is Tuscany, which is notoriously known all over the world. So no matter what your tastes are, your wishes can be fulfilled whether you choose the north, centre or south of Italy.

3. Romanticism. Italy is the place!!! The old towns and cities full of breathtaking architecture, the walks through the narrow dimly lit ancient passageways, the old folks gathered around a bench chit-chattering in the piazza, the church bells ringing, everywhere you look, you live and breathe “amore”… the essence of marriage.

4. The internationally loved Italian food is great wherever you go in Italy, in fact it’s difficult to have a bad meal here, it’s local typical locals dishes vary from one town to another, giving you a wide variety to choose from. What’s a good meal without good wine!! Italian wines and “proseccos” are also one of Italy’s passionate loves and creative mastered pieces of art … which goes far beyond just a drink to accompany your meal.

5. The weather is delightful.. mild with the exception of a few months, this allows you to have a wonderful time out in the sun or under the stars in a beautiful garden or on a swimming pool terrace for your wedding reception. This is much loved by the women as they can wear their beautiful evening dresses without having to worry about carrying a jacket along with them.

6. The live music that you choose for your wedding is just as important as the wedding ceremony and you can find just about everything you can imagine from Classical, Soul, Jazz, Hip hop, Opera to Rock even in the smallest towns.

7. Your guests will be having a holiday when they attend your wedding and will be in full holiday spirit. Therefore whilst you’re enjoying your wedding day come honeymoon, they’re happy to attend a real ‘dream wedding’ and they also are relaxing themselves.

8. Italian people are warm, hospitable and absolutely love foreigners. You both will feel at home and also you’ll feel that you’ve become part of a big family every day that you spend here.

9. Italian style and taste are well known and much appreciated everywhere, also this will be transferred into your wedding day with every tiny detail, leaving an impressive and memorable gift to all that are present.

Come si sceglie un fotografi di matrimonio.. Rossana Sapori

On 22 marzo 2012

Rossana sapori ha inserito nel suo frizzante blog un articolo dove consiglia agli sposi come scegliere un fotografo di matrimonio, leggetelo, molto interessante .

Come di sceglie un fotografo di matrimoni…

Ragazze! allora diciamocelo chiaro e tondo… chi di noi non ha mai sognato di essere la più bella del reame??? non mentite per piacere! find da piccole tra  BiancheNevi e Cenerentole ci viene inculcato che almeno una volta nella vita dobbiamo essere noi le regine del reame ! … e se c’è un momento dove tutto ci è concesso, beh quello è proprio il giorno del nostro matrimonio! La realizzazione di tutti i nostri desideri… qualunque essi siano! Quel giorno a dire il vero,  nessuno è in grado di farci sentire così belle quanto il fotografo che ci segue passo passo durante la giornata.  Quella figura discreta e attenta che arriva un po’ trafelato e goffo tra borse e borsette la mattina presto… e che è l’unico autorizzato a violare l’intimità della nostra vestizione.. quasi come un chierichetto che entra in sacrestia prima della messa.   Lo so che la visione vi sembra alquanto strana,  ma credetemi, nel momento in cui il fotografo entra nella stanza, vi troverete a incrociare il suo sguardo cercando la sua approvazione per il make-up, l’acconciatura… vi volterete verso l’abito che sta li appeso in attesa di essere indossato e questo sarà il momento in cui vi chiederete… ma veramente mi sta bene???  E niente è più rassicurante del fotografo che scatta e poi velocemente vi mostra in macchina così come siete in quel momento… ecco! tutti i vostri dubbi si dissolvono.. siete li in tutto il vostro splendore pronte a coronare il vostro sogno.
Ma chi è il fotografo di matrimoni??? a mio avviso scegliere il fotografo del proprio matrimonio è difficile quanto scegliere il vostro futuro marito! La scelta deve calzare a pennello con quello che realmente voi siete.  Al di la delle decorazioni, allestimenti, dolci e dolcetti, del giorno del vostro matrimonio rimarranno per lungo tempo le vostre foto.  Quelle che magari verranno mostrate ai vostri nipoti… e li dopo anni sentirete ancora dire.. “guarda la nonna come è bella in questa foto”.

Quindi una volta decisio per un fotografo professionista, prendetevi il tempo di fissare uno o più appuntamenti.  Non vi basate solo del lavoro pubblicato on line, chiedete di verificare la qualità del lavoro (toccarlo con mano) e non abbiate paura di fare domande su come intende impostare il lavoro.  Non c’è cosa migliore per un professionista di poter illustrare a pieno tutta la sua professionalità.  Lo stile (reportage, classico, vintage) dipende solo ed esclusivamente da noi e da come siamo.  C’è anche da dire che molto spesso tra fotografo e sposa si instaura un rapporto di profonda complicità e è proprio in questo momento che “veniamo fuori” in tutto il nostro spledore.

Non voi nascondo che è nostra abitudine consigliare fotografi professinisti iscritti all’associazione nazionale fotografi di matrimoni, nonchè figure che hanno alle spalle anni di preparazione e che comunque siano in grado anche di essere una valida spalla in momenti critici.

Per il resto, affidatefi al vostro gusto e buon senso.  Tenete a mente che non solo i diamanti sono per sempre, ma anche le foto del vostro matrimonio! (almeno speriamo!).

Cliccate qui per vedere l’articolo

vi segnalo anche però le “regole” che ha preparato Francesco Rossi per il nostro studio, da allegare ai preventivi, molti fotografi non applicano queste regole base.

Cosa occorre sapere prima di scegliere il fotografo per il proprio matrimonio:

  • Assicurarsi sempre che lo studio garantisca la presenza del fotografo scelto.

  • Chiedere se, ed in quale misura, il lavoro di post-produzione sulle immagini è compreso nel prezzo del servizio.

  • Se si è orientati su un servizio condotto da due fotografi, assicurarsi sempre che il secondo fotografo sia effettivamente tale e non un semplice assistente. Il prezzo del servizio costituisce un indicatore abbastanza attendibile della professionalità del secondo operatore.

  • Domandare sempre se e quale tipo di album è incluso nel pacchetto scelto.

  • Chiedere sempre di visionare servizi completi, non basate mai la vostra scelta solo su una serie di foto provenienti da matrimoni differenti, perchè in questo caso il fotografo vi sta mostrando solo il meglio della sua produzione. La qualità e lo stile del fotografo possono essere valutati solo visionando una serie di “lavori reali”, cioè servizi completi.

  • Assicuratevi che il fotografo vi stia mostrando foto effettivamente realizzate da lui, può capitare che alcuni “colleghi” mostrino ai propri clienti fotografie provenienti dal campionario delle aziende che gli forniscono gli album, oppure immagini rubate ad altri fotografi.

    Per capire se la paternità delle foto che vi stanno mostrando è effettivamente da attribuire al vostro fotografo, vi consiglio di valutare l’omogeneità dei lavori, se i lavori appaiono molto differenti l’uno dall’altro, è probabile che siano stati realizzati da mani diverse. Inoltre, insospettitevi sempre se vi capita di vedere la stessa immagine sul sito di fotografi diversi e, se possibile, segnalate ad entrambi la cosa, cosicche, in caso di furto di immagini, l’autore della foto rubata possa prendere i provvedimenti necessari.

  • Il prezzo è un ottimo indicatore della qualità e della professionalità del fotografo al quale vi state rivolgendo.

    Un fotografo professionista, contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, ha molte spese: attrezzatura, tasse, contributi INPS, software, struttura, pubblicità, formazione ecc.

    Perciò diffidate sempre da pacchetti tutto incluso, proposti a prezzi troppo bassi.

  • Assicuratevi che il fotografo al quale vi state rivolgendo sia effettivamente un professionista, per questo è sufficiente controllare che sul suo sito web sia indicato il numero della sua partita iva.

Un messaggio da un amica…

On 14 marzo 2012

questa mattina “14 Marzo 2012” mi hanno comunicato di aver “piazzato” più foto in un contest di livello mondiale, una grande soddisfazione per me, e tra tutti i messaggi di congratulazioni che mi sono arrivati, uno in particolare mi ha colpito , questo:

“sono Felice per te, le tue foto hanno spesso una curiosità infantile e un candore pulito che non si trova più .

Quello che le rende diverse non e la tecnica, ma e il modo come tu vedi le cose senza filtri-inibizioni e allo stesso tempo con quella curiosità un po’ goliardica e un po’ da ragazzino”

Paula Da Silva  per chi non la conoscesse è una famosa fotografa brasiliana specializzata nei cavalli, date un occhio al suo sito, ne vale la pena.

ps. grazie Paula per le tue belle parole.

Pages:«12